Posted in news
aprile 21, 2019

la notte

la notte

  • Estate 1992

Gilda on the beach (Fregene) organizzazione serate da Maggio a Settembre

  • Inverno 1992/93 Stessa mansione Inverno’92-’93 ” presso discoteca FOLLIA” e 1° incarico gestione eventi presso OLIMPIC CLUB “circolo sportivo zona Marconi”
  • Estate 1993 GILDA ON THE BEACH”;

Capodanno 1993 organizzazione veglione a Villa Mafalda

  • Estate 1994 Gilda on the beach (Fregene) organizzazione eventi da Maggio a Settembre

– Inverno 1994/95  primo incarico individuale di responsabile pubbliche relazioni presso hotel Savoy Via Ludovisi, 11 Via Veneto per l’apertira del locale dell’ hotel  “FATTI MANDARE DELLA MAMMAho ricoperto questa mansione fino all’anno 2000

-Estate 1997

Inaugurazione e lancio del KURSAAL di Ostia, che riconfermò l’ennesimo successo. Con il locale oramai a pieno regime accettai una sfida lontano da Roma per la durata di 3 mesi presso il locale Alta Marea sito in località Alba Adriatica “Abruzzo – Mare”il locale era di una nuova gestine e cambiava nome in Paradiso.

Il nuovo progetto era ambizioso e difficile in quanto era l’unico locale al chiuso. Ma fù possibile,

ribattezzato dalla nuova fusione organizzativa”PARADISO ADRIATICO”(13 strutture organizzative di tutto l’Abruzzo,unite dalla mia esperienza comunicativa e sempre con la mia direzione,che per la prima serata fecero affluire quasi 5.000 presenze,dalle ore 24.00 del sabato alle ore 18.00 della domenica successiva,per 19 ore di musica consecutive; in Italia quasi nessuno era mai riuscito in un’impresa tale  salvo RAVE e AFTER HOUR,feste dedicate all’uso di forti sostanze stupefacenti,esperienze che non sosterremo mai neanche con 30 anni di lavoro)”

 

-Inverno 1997/98 “FATTI MANDARE DALLA MAMMA”;

 

-Estate 1998 prima INAUGURAZIONE ufficiale dello”CHALET disco” di Roma e coordinamento di tutta l’organizzazione del SOGNO DEL MARE discoteca ROSE’S (Fregene)

-Inverno 1998/99 “FATTI MANDARE DALLA MAMMA”;

-Estate 1999 “CHALET disco”: il giovedi’ notte allo Chalet è l’ennesima scommessa su me stesso, ,serata che in quel periodo pochi organizzatori avrebbero sostenuto, poiché il pubblico notturno di quegl’anni si dava appuntamento solo il venerdi’ e il sabato sera; quell’estate vide  ogni giovedi’ dalle 800 alle 1200 persone solo grazie alla mia organizzazione e alla fantasia del suo staff con feste a tema  mai ripetitive, come “La notte dell’ultimo impero” l’antico Egitto etc.etc

Questo grande risultato mi fece guadagnare un ingaggio nel locale fino a Marzo 2001 per la gestione, organizzazione e per la direzione artistic. Il lavoro e le novità apportate poportarono il locale a presenze positive mai più registrate  e ad essere un punto di riferimento per la serata del Venerdì a Roma.

Inverno  2001-2002 “SILENT MUSIC CAFE’ pub con due sale su due piani a 150 metri da Piazza Venezia;bisognava solo trasformalo da piccolo pub,da 50 clienti a sera,in discoteca quindi musica, dj, cubiste, selezione, sicurezza ecc… C’è voluto molto impegno e umiltà,partire da zero non è mai facile per nessuno,ma il nuovo FATTI MANDARE DALLA MAMMA con 1.400 persone settimanali che ballavano sui tavoli, sul bancone del bar,e che per andare via quasi forzatamente alle 5:00 di mattina.

-Etate 2002 “GILDA ON THE BEACH”: Mi era stato richiesto di inaugurare questa stagione estiva il 18 Maggio,cioè in primavera,ma fiduciosoi del primo anno al “Silent Music Cafè” ho accettato questa occasione; nei primi tre sabati di quell’estate i numeri furono 1.800-2.000-2.200 persone,per poi proseguire tutta l’estate fino al 21 Settembre con un media di 2000 persone a serata

-Inverno 2002-2003 “LE MODE’ “ ex “Silent Music Cafè”:la stagione del 2001-2002 così positiva, aveva fatto capire alla Propietà  che il gioiello di Piazza Venezia, necessitava di cambiamenti; il “Silent Music Cafè” fu raso al suolo e ricostruito da capo, guadagnando un aspetto modernissimo e rifinito, stile hi-tech.

Da 1.400 persone della stagione precedente,si passò a 1.600-1.700 presenze settimanali

Capodanno 2002-2003:“LE MODE’ “;”GILDA ON THE BEACH”:sono stati due capodanni ugualmente belli;a “LE MODE’ “anche se abbiamo esagerato,250 cene,siamo riusciti a soddisfare le 700 persone entrate tra cena e dopo cena,senza intaccare il programma che avevamo pubblicizzato e promesso;al ”GILDA ON THE BEACH” 1.000 persone scoprirono quant è bello passare l’ultimo dell’anno al mare,lontano dal rumoreggiare della città,in un ambiente originale,elegante,non inferiore ai veglioni dei locali più “in” della capitale

 

-Estate 2003 ”GILDA ON THE BEACH”:fare due stagioni estive,consecutive,nello stesso locale,puntando tutto solo su quello?Inaugurare addirittura il 3 Maggio?

Quel sabato c’erano 4.000 persone in risposta alle nostre domande,la fila arrivava fino alla piazza centrale di Fregene,i più accaniti riuscirono a rimanere 2 ore in fila,quasi fosse un concerto di Ligabue…,di 4.000 realmente entrati almeno 1.000 tornarono a casa,nessuno di noi poteva prevedere un successo tale,confermato poi in tutta l’estate con medie superiori alle 2.500 persone…

 

-Inverno 2003:siamo arrivati ai nostri giorni;quest’anno abbiamo cominciato con “L’ALPHEUS”,un locale molto grande,forse il più grande di Roma,ma che,anche se pieno non piaceva al nostro pubblico,un po’ com’è stato l’Alien;così riaperto  “LE MODE’ “,che conferma per il terzo anno consecutivo la sua particolare bellezza,abbiamo chiuso con “L’ALPHEUS” il 31 ottobre con 3.000 presenze.

Quest’anno è rinata anche una vecchia esperienza di Giancarlo F.,”l’HEAVEN”;il sabato sera di questo locale è forse il più bello di Roma:con i nostri ritmi musicali sempre tesi al Revival,Happy’70’80,e Dance-House,con l’ambiente sempre di un’elegante tendenza,abbiamo festeggiato nella maniera migliore il decimo anniversario del locale,con una stagione subito partita alla grande….dal decimo anniversario dell’Heaven Giancarlo  riceve una targa a lui dedicata per ringraziarlo di quello che è l’Heaven ogni sabato sera di quest’anno,e crediamo anche per 12 anni di vita notturna in quasi tutti i locali di Roma…

-capodanno 2003-2004:”GILDA ON THE BEACH”;”HEAVEN”;”PALAZZO DEI CONGRESSI”.Quella notte di San Silvestro ci ha visto coinvolti in diversi veglioni, i due di Roma ”HEAVEN” e ”PALAZZO DEI CONGRESSI” con una forte e fattiva collaborazione da parte nostra, si sono tradotti in 700 persone nel primo e in 800 persone nel secondo.Ma quell’anno il nostro capodanno, per le persone che ci seguono da anni e per i più affezionati, è stato quello del ”GILDA ON THE BEACH”:sicuramente un impegno importante nell’organizzazione  e nella preparazione poiché non era la prima volta che sceglievamo quel locale come il principale evento, ma le nostre aspettative non sono state deluse dalle 1000 persone che da Roma  per il secondo anno consecutivo ci hanno raggiunto al mare, e che soprattutto ci hanno chiamato il giorno dopo per ringraziarci della grande serata.

 

-Estate 2004: ”GILDA ON THE BEACH”.Non c’è due senza tre;l’8 Maggio dopo un’entusiasmante stagione autunno-inverno all’Heaven disco, quando già da circa una mese ci chiedevano di Fregene, avveniva la più grossa inaugurazione di tutta la carriera di Giancarlo F. fino a quel momento:5000 persone, apertura ingressi alle 20:30 pm e chiusura ingressi alle 3:40 am (il giorno dopo).Praticamente sono entrati da ogni passaggio disponibile, mancavano solamente le barche che attraccavano sulla spiaggia, e nonostante le temperature non fossero ancora quelle calde dell’estate romana, si ballava in ogni dove, al chiuso e all’aperto.Tutti gli animatori, djs, vocalist, animatori circensi, incontrati negli ulitmi tre anni di lavoro si sono succeduti uno dietro l’altro, regalando al nostro pubblico uno spettacolo da carnevale brasiliano.

 

-Inverno 2004:”HEAVEN”:ogni anno uscire dalla stagione estiva non è mai semplice:la maggiore capienza dei luoghi che di solito ci hanno ospitato sul litorale romano,il gran numero di persone che ci segue ogni estate, non riescono mai ha trovare il giusto sviluppo nei meno grandi locali di Roma. Nonostante questo quella dell’inaugurazione dell’Heaven fu una gran serata, certamente tante persone non sono potute entrare perché arrivate quando il locale era già pieno, ma chi ha passato con noi quella prima sera, ci ha seguito poi per tutta la stagione fino all’estate successiva, dandoci la possibilità di raddoppiare gli appuntamenti settimanali, non più solo il sabato ma anche il venerdì, per non lasciare fuori chi non era entrato la prima sera, potendo differenziare nelle due diverse serate la tipologia musicale, e garantendo un ancor migliore divertimento a tutto il nostro pubblico.

 

-Capodanno 2004-2005: ”GILDA ON THE BEACH”:visto l’anno precedente il nostro staff non aveva più il minimo dubbio, la nostra location, il miglior capodanno che si potesse fare nel 2004, era sicuramente e nuovamente a Fregene:

“Il mare d’inverno,gli aromi e le brezze estive…la notte che aspetta 365 giorni…CAPODANNO AL GILDA ON THE BEACH:la vera scelta alternativa,per iniziare il nuovo anno nelle magiche atmosfere di  una notte che profuma già di estate”

Questo messaggio arrivò ad almeno ventimila persone, e 2000 di queste, tutte insieme, scelsero un unico veglione, fuori dalla capitale, scelsero il nostro capodanno…e altre parole sono superflue.

 

-Estate 2005: ”GILDA ON THE BEACH”: la stagione andò bene, come sempre nei numeri e nella qualità del divertimento, forse però la magia e l’entusiasmo di quel happening stavano iniziando a scemare;il nostro staff ne era consapevole più e ancor prima del nostro pubblico. La mancanza di un luogo adeguato per la stagione futura su Roma, cominciava già a farci pressione.

 

-Inverno 2005 – 2006  :“HEAVEN”:ciò che si prevedeva nell’estate precedente, si stava verificando;del resto la professionalità di uno staff come il nostro viene fuori nel bene, ma è ancora più forte nel male; un po’ per inerzia, raccogliendo i frutti di stagioni così vincenti, ma soprattutto per la nostra grande forza lavorativa, si riusciva ancora una volta a dare clienti ad un locale che non era più la location di qualche anno prima, ad un locale che non piaceva più per la sua struttura. Capita, in realtà tutto questo è routine nel mondo della notte, e spesso ci vuole tempo per risalire sulla cresta dell’onda…

 

Dopo 2 anni con  molteplici feste erranti in ville nei dintorni della capitale e con l’entusiasmo alle stelle è partita l’estate 2007.

 

-Estate 2007 Barkabar.

Per descrivere l’esperienza lavorativa dell’ultima estate è opportuno fare una premessa: il Kursaal 2 è uno stabilimento fra i più esclusivi di Ostia, situato subito a destra rispetto agli accessi stradali dalla Via Cristoforo Colombo, per la sua posizione e le caratteristiche strutturali, è una location sicuramente strategica e accattivante ad un pubblico di giovani e meno giovani. Pensando questo sembrerebbe automatico dire che chiunque possa facilmente sviluppare una gestione notturna, bella e produttiva negli aspetti economici, ma la notte le cose MON così logiche.

Infatti chi ha provato due estati fa ad approntare lo stabilimento come discoteca non ha avuto grossi risultati, anche provenendo da una struttura storica della movida romana per ciò che riguarda la stagione invernale della più conosciuta Testaccio.

Nel 2007, con l’esperienza frutto di più di 15 anni nel mondo della notte, la prima scelta è stata quella di rinunciare all’eco sia dello stabilimento come tale, sia delle più vicine gestioni di altre location della stagione invernale, pur mantenendo quel bacino di utenza che è la vera forza produttiva della nostra struttura.

Bisognava immaginare che il Kursaal 2 non fosse mai stato aperto e per concretizzare questo gli abbiamo cambiato nome: Barkabar.

L’altra scelta è stata quella di iniziare in sordina, anticipando l’inaugurazione al 5 Maggio, e partendo con un’unica serata settimanale, il sabato: una buona macchina, per durare nel tempo necessita di un rodaggio iniziale tranquillo, misurato in ogni suo passo.

Per capire che la struttura era pronta ad incrementarsi sono stati sufficienti 3 sabati di vera dance house, e a partire dal 25 Maggio, gli appuntamenti settimanali diventavano due: con il venerdì abbiamo ampliato la clientela potendo gestire più tipologie musicali, e rispecchiando i gusti di un’utenza più ampia, che amava più il genere commerciale e revival.

La sorpresa è arrivata a metà Giugno, quando la realtà del giorno e dello stabilimento entrava in simbiosi con la gestione notturna della discoteca; era necessario creare un’ happening e un terza serata per dare spazio a chi la Domenica dalla spiaggia voleva prolungare la giornata con una situazione soft…nasce l’Aperitivo al Barkabar, serata che si differenziava ulteriormente dalle altre due, con stili musicali soft, jazz, freejazz, lounge, in riva al mare al tramonto con ostriche e champagne e buffet vari con pietanze di prima scelta.

La stagione iniziata a Maggio finiva il 22 settembre, anche grazie alle collaborazioni dei vari djs, vocalist, sponsorizzazioni, organizzazioni e p.r. del panorama romano che individualmente hanno già lavorato in Sardegna creando la situazione One-night.

Ne elenchiamo alcuni:

-Dj Michy Johnson resident del Gilda

-Reo confesso ed il suo staff, responsabile del live music al Gilda

-Dj Thomas De Lorenzo e  Vocalist Mattia Messia, resident dell’Art Caffè

-Andrea Rappartipoli “Rappa” vocalist e direttore artistico del marchio di abbigliamento “De  Puta Madre 69”

SERATE IN COLLABBORAZIONE CON:

-Veuve Clicquot champagne

-Pirelli re franchising

-Telefonia Tre

-Lucky Strike

-Nissan

-Insieme abbiamo collaborato al contatto e al soddisfacimento del cliente, le persone si sono affezionate alle nostre serate e le ritrovavamo ogni settimana;per questo abbiamo scelto di non disperderle, coinvolgendoli personalmente, svolgendo, tramite le nostre hostess, delle brevi interviste, per capirne i gusti e le preferenze musicali, ma anche per sapere cosa facessero durante l’estate quando non si trovavano a Roma, proprio per avere la possibilità di lavorare concretamente non solo nel Lazio.

Grazie a questo lavoro attualmente gestiamo 40.000 contatti telefonici e 12.000 indirizzi e-mail e siamo coscienti del fatto che il 70% del nostro bacino di utenza quando non è a Roma si trova in Sardegna, se non in albergo perché possiede una casa.

 

 

 

“Nel corso di questi quattro anni,con la stima e la fiducia di tutto il mondo della notte romana,e con un’esperienza sempre maggiore,si è incominciato a pensare alle nostre notti in maniera alternativa organizzando concerti di musica live e sfilate di moda…”

Comments & Reviews

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*